Stampa

Finalità dell'Istituto


 

SCUOLA DELL’INFANZIA

Accoglie tutti i bambini, italiani e stranieri; ha una durata triennale e non è obbligatoria.

Finalità

Promuovere lo sviluppo dell’identità, dell’autonomia, della creatività e dell’apprendimento.

Si propone come contesto di relazione, di cura e di apprendimento nel quale possono essere filtrate, analizzate ed elaborate le sollecitazioni che i bambini sperimentano nelle loro esperienze.

Organizza le proposte educative e didattiche espandendo e dando forma alle prime esplorazioni, intuizioni e scoperte dei bambini attraverso un curricolo esplicito. A esso è sotteso un curricolo implicito costituito da costanti che definiscono l’ambiente di apprendimento e lo rendono specifico e immediatamente riconoscibile:

  • favorire lo sviluppo dell’identità;
  • promuovere la consapevolezza di sentirsi riconosciuti come persona unica;
  • favorire la sperimentazione di nuovi ruoli e diverse forme di identità;
  • sviluppare il senso di appartenenza a una comunità e a un territorio;
  • favorire l’acquisizione della capacità di interpretare e governare il proprio corpo;
  • incoraggiare ad esprimersi con diversi linguaggi;
  • favorire l’esplorazione, l’osservazione e l’esercizio al confronto;
  • promuovere la consapevolezza alla condivisione delle regole, che si definiscono attraverso le relazioni e il dialogo, l’espressione del proprio pensiero e l’attenzione al punto di vista dell’altro;
  • promuovere il rispetto e la conoscenza per l’uomo e l’ambiente;
  • favorire un apprendimento iniziale finalizzato all’acquisizione precoce delle lingue del territorio e della lingua straniera.

 

PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE

È costituito dalla Scuola Primaria e dalla Scuola Secondaria di primo grado e si conclude con l’Esame di Stato.

 

SCUOLA PRIMARIA

È articolata in un primo anno di raccordo con la Scuola dell’Infanzia e in due periodi didattici biennali.

Finalità

  • promuovere lo sviluppo della persona;
  • far acquisire e sviluppare le conoscenze e le abilità di base, anche relative all’alfabetizzazione informatica;
  • far apprendere i mezzi espressivi, la lingua italiana e l’alfabetizzazione nella lingua inglese;
  • porre le basi per l’utilizzo delle metodologie scientifiche;
  • valorizzare le capacità relazionali e di orientamento, sia nello spazio che nel tempo;
  • educare alla Convivenza Civile.

Persegue le finalità che le sono assegnate costituendosi come un contesto idoneo a promuovere apprendimenti significativi e a garantire il successo formativo per tutti gli alunni attraverso:

  • la valorizzazione dell’esperienza e le conoscenze degli alunni;
  • l’attuazione di interventi adeguati nei riguardi delle diversità;
  • l’esplorazione e la scoperta;
  • l’incoraggiamento all’apprendimento collaborativo;
  • la promozione alla consapevolezza del proprio modo di apprendere;
  • la realizzazione di percorsi in forma di laboratorio;
  • la creazione di ponti tra lingue, linguaggi, religioni e culture;
  • l’approfondimento e il consolidamento della conoscenza e l’utilizzo delle lingue del territorio e della lingua straniera.

 

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

È articolata in un periodo didattico biennale e in un terzo anno, nel quale viene assicurato l’orientamento e il raccordo con il Secondo Ciclo di Istruzione. Concorre a promuovere la formazione completa del ragazzo per favorirne l’orientamento ai fini della scelta degli studi successivi.

Finalità

  • promuovere la crescita delle capacità autonome di studio;
  • rafforzare e accrescere le conoscenze e le abilità, anche attraverso le tecnologie informatiche;
  • curare la dimensione sistematica delle discipline;
  • sviluppare le competenze e le capacità corrispondenti alle attitudini degli allievi;
  • orientare alla successiva scelta di istruzione e formazione.

 Nella progettazione tiene conto delle seguenti necessità:

  • prevedere la diversificazione dei percorsi in un determinato contesto;
  • offrire una molteplicità di esperienze al fine di favorire una pluralità di percorsi;
  • favorire una correlazione non casuale di opportunità educative, strutturate in modo da garantire occasioni di crescita personale per tutti;
  • favorire la crescita culturale di ogni allievo;
  • consentire un’organizzazione non strettamente legata alle singole discipline, ma flessibile, che permetta di realizzare attività aperte a singoli gruppi e a intere classi.

 

SECONDO CICLO DI ISTRUZIONE

Al secondo ciclo di istruzione si accede all’età di 14 anni, dopo il superamento dell’esame di Stato conclusivo del primo ciclo.

Dall'anno scolastico 2010-2011 è entrata in vigore la riforma del secondo ciclo di istruzione. La riforma prevede il mantenimento dei percorsi di vecchio ordinamento fino alla loro conclusione e contestualmente l'avvio del nuovo ordinamento.

La Scuola Secondaria di secondo grado contribuisce alla formazione della personalità di ciascun allievo, affinché divenga consapevole dei diritti e dei doveri derivati dall’essere parte della società civile.

Gli obiettivi da consolidare sono i seguenti:

  • favorire il rispetto di sé e dell’altro;
  • favorire il rispetto delle regole della vita scolastica;
  • favorire il rispetto degli ambienti, delle strutture scolastiche e degli strumenti funzionali allo svolgimento dell’attività atletica e di allenamento tecnico per il settore sport invernali;
  • sostenere la solidarietà e la collaborazione nel gruppo-classe;
  • favorire l’autonomia operativa;
  • favorire la disponibilità al lavoro di gruppo;
  • attivare interventi adeguati per supportare insuccessi scolastici, comprendendone le ragioni e adottando strategie tese al loro superamento;
  • favorire e sostenere la partecipazione responsabile alle attività organizzate dalla scuola, con particolare riguardo per quelle atletiche e tecniche specifiche del settore per gli sport invernali.

 

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE (a chiusura di ciclo)

Finalità

Il profilo del piano di studi dell’I.T.C. è concepito per creare una concreta sinergia tra le discipline economico-giuridiche ed elementi di gestione aziendale.

Durante i cinque anni di studio, notevole spazio viene dedicato all’insegnamento dell’economia politica, del diritto, della geografia economica e dell’economia aziendale, a cui si affiancano le due lingue straniere (tedesco e inglese) che si avvalgono anche del contributo di conversatori.

I contenuti programmatici delle varie discipline accolgono le indicazioni ministeriali, ma l’attenzione didattica è rivolta a connettere l’esperienza scolastica con il mondo del lavoro e, in modo sempre più attento, con il territorio d’appartenenza.

 

ISTITUTO TECNICO PER IL TURISMO

Finalità

L’identità dell’istituto tecnico per il turismo si caratterizza per la costruzione di una solida base culturale, in linea con le indicazioni dell’Unione Europea, costruita attraverso lo studio, l’apprendimento e l’applicazione di linguaggi e metodologie correlate al settore turistico.

Gli studenti acquisiscono, al termine del quinquennio, il conseguimento del diploma di istruzione secondaria superiore di perito turistico. I saperi e le competenze acquisite permettono un rapido inserimento nel mondo del lavoro o l’accesso all’università e all’istruzione e formazione tecnica superiore.

Il perito nel turismo ha competenze specifiche nel campo dei macrofenomeni economici nazionali ed internazionali, della normativa civilistica e fiscale oltre a competenze specifiche nel comparto delle aziende del settore turistico. Opera nel sistema produttivo con particolare attenzione alla valorizzazione e fruizione del patrimonio paesaggistico, artistico, culturale, artigianale, enogastronomico. Integra le competenze dell’ambito gestionale e della produzione di servizi/prodotti turistici con quelle linguistiche e informatiche per operare nel sistema informativo dell’azienda e contribuire sia all’innovazione sia al miglioramento organizzativo e tecnologico dell’impresa. Opera con professionalità ed autonomia nelle diverse tipologie di imprese turistiche. È in grado di:

  • comunicare in tre lingue straniere;
  • collaborare nella gestione organizzativa dei servizi secondo parametri di efficienza, efficacia e qualità;
  • esprimere le proprie competenze nel lavoro organizzato e di gruppo con responsabilità e un propositivo contributo personale;
  • operare con flessibilità in vari contesti sapendo affrontare il cambiamento;
  • operare per obiettivi e per progetti;
  • documentare opportunamente il proprio lavoro;
  • individuare, selezionare e gestire le fonti di informazione;
  • elaborare, interpretare e rappresentare efficacemente dati con ricorso a strumenti informatici e software gestionali;
  • operare con visione non settoriale e sistemica;
  • comunicare con linguaggi appropriati e con codici diversi;
  • operare nella produzione e gestione di servizi e/o prodotti turistici, con particolare attenzione alla valorizzazione dei territorio;
  • definire con soggetti pubblici e privati l’immagine turistica del territorio e i piani di qualificazione per lo sviluppo dell’offerta integrata;
  • analizzare le tendenze del mercato e proporre opportune politiche di marketing rispetto a specifiche tipologie di imprese turistiche;
  • avvalersi di tecniche di comunicazione multimediale per la promozione del turismo integrato.

 

LICEO SCIENTIFICO

Finalità

Flessibilità, capacità d’analisi, conoscenza delle lingue, rigore logico e la prospettiva umanistica insieme alla sintesi creativa sono i tratti essenziali del profilo dello studente liceale.

Le materie di studio, con la presenza caratterizzante di latino, matematica, disegno, storia dell’arte, scienze e fisica fin dal primo anno e della filosofia dal primo anno del secondo biennio e lo studio delle lingue tedesca e inglese per l’intero percorso quinquennale e sperimentazione dello sloveno nel primo biennio, predispongono gli studenti all’interpretazione critica della realtà e li preparano ad essere protagonisti consapevoli della società in continuo mutamento e testimoni delle radici dell’identità d’Europa, proiettata nel nuovo mondo multiculturale.

 

LICEO SCIENTIFICO PER GLI SPORT INVERNALI

Il Liceo per gli Sport Invernali è nato, grazie al D.P.R. n.275/99, nel 2000 per salvaguardare i talenti sportivi.

Tale liceo permette infatti di conciliare lo studio e la pratica dello sport, offrendo agli studenti-atleti la possibilità di conseguire il diploma di liceo scientifico perfezionando al contempo il proprio livello tecnico, con l’obiettivo di entrare a far parte dei Comitati Regionali, delle Squadre Nazionali, ma anche di conseguire il diploma di maestro di sci o di guida alpina o di arrampicata sportiva.

L’armonizzazione degli impegni sportivi con quelli curricolari avviene anche attraverso l’inserimento di preparatori atletici e allenatori all’interno dei Consigli di Classe.

L’organizzazione del Liceo per gli Sport Invernali è basata sulla flessibilità organizzativa; l’autonomia scolastica infatti permette:

  • la dilatazione dell’anno scolastico;
  • la flessibilità dell’orario;
  • la didattica modulare;
  • la personalizzazione dei percorsi didattici.

L’anno scolastico viene suddiviso in quattro periodi:

1)    primo autunno

2)    tardo autunno

3)    inverno

4)    primavera

durante i quali variano le ore di lezione, che si armonizzano con le esigenze delle attività sportive agonistiche.

Durante i periodi di allenamento in trasferta gli studenti possono seguire le lezioni e dialogare con i propri docenti attraverso la Piattaforma Moodle (Progetto E-Learning).

I ragazzi che praticano il pattinaggio e il salto con gli sci vengono seguiti dagli allenatori delle Squadre Nazionali di riferimento.

 

COLLEGE SPORTIVO

Dall’esperienza maturata in dieci anni di gestione del Liceo per gli Sport Invernali è nato il College Sportivo, che offre ai giovani studenti un ambiente scolastico aperto, flessibile e sicuro in cui è possibile praticare, senza sacrificare lo studio, con allenatori specializzati provenienti dalle varie federazioni, numerose attività sportive:

  • arrampicata sportiva
  • free style
  • snowboard
  • pattinaggio su ghiaccio
  • sci alpino
  • sci nordico
  • salto con gli sci
  • atletica leggera
  • tennis
  • golf
  • orienteering
  • mountan bike
  • nordic walking

 

CONVITTO

Il nuovo convitto è realizzato con una particolare attenzione alla salvaguardia ambientale e al risparmio energetico. È organizzato secondo i più moderni standard di leaving collettivo e ha una capienza di oltre 60 posti letto.

Gli educatori seguono 24 ore su 24 le attività e la formazione dei singoli ragazzi, partecipando anche ai Consigli di Classe.

Viene messo a disposizione degli studenti il servizio di semiconvitto che prevede, dal lunedì al venerdì, il pranzo, l’assistenza allo studio fino alle ore 17.00 e la merenda pomeridiana.

FacebookYoutubeTwitter
Joomla 2.5 Templates

©2018 Omnicomprensivo Tarvisio | Via Vittorio Veneto, 62 | 33018 Tarvisio | Tel. 0428/40107 | Fax 0428/645700 | Codice Fiscale: 93018010301 | PEC: UDIS00900P@pec.istruzione.it